image
COLTIVAZIONE DELL'OLIVO

LA DIFFUSIONE NELLA
PROVINCIA DI BENEVENTO

image

In Campania la pratica della coltivazione dell’olivo risale ai Greci e ai Fenici, che diffusero l’uso dell’olio in tutti i territori colonizzati, come alimento e come ingrediente di unguenti e profumi.

I Romani, poi, ne favorirono la coltivazione, soprattutto in provincia di Benevento, poiché Iuvat olea magnum vestire Taburnum cioè “conviene rivestire di oliveti il grande Taburno” come sosteneva Virgilio nelle Georgiche, cosicché l’olivo, già presente nel Sannio dal VI sec a.C., si diffuse, come documentano i reperti conservati nei vari musei.

La diffusione del cristianesimo e dei sui riti, quali l’unzione degli infermi e dei catecumeni, contribuì alla crescita della produzione ed alla diffusione dell’olio d’oliva, poiché bene necessario per le liturgie e per alimentare, come combustile, le lampade votive presenti in chiese e monasteri.

OLIO ED OLIVO

LA LUNGA STORIA NEL SANNIO

image
OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA SANNIO

COLLINE BENEVENTANE

image

Il territorio delle Colline Beneventane, che comprende 52 comuni ubicati dalle colline alte del Tammaro e del Fortore, attraverso la Piana del Calore, fino ai primi contrafforti del Monte Taburno – Camposauro e del Monte Partenio, è zona di produzione di un olio pregiatissimo: l’extravergine di oliva Sannio colline Beneventane.

Al consumo è un olio di colore giallo, con intense sfumature verdi da giovane, all’olfatto rivela piacevoli note erbacee e netti sentori di pomodoro maturo, percepibili distintamente anche al gusto, che è armonico ma presenta gradevoli e intense sensazioni di amaro e piccante, in armonia con l’elevata percentuale in polifenoli. Il pregio di tale olio è in gran parte da attribuirsi alla perfetta armonia, consolidatasi nei secoli, tra l’ambiente e le varietà locali, prime tra tutte l’ortice.

image
image
OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA SANNIO

CAUDINO TELESINO

image

L’area di produzione dell’olio extravergine di oliva Sannio Caudino Telesino interessa 35 comuni, tutti in provincia di Benevento, collocati sulle dolci colline della Valle Telesina, della Valle Caudina e del Monte Taburno.

Quest’olio si presenta di colore giallo, con sfumature verdi e all’olfatto denota piacevoli note erbacee, con chiarissimi sentori di mela matura, evidenti anche al gusto, e, in misura minore, di pomodoro; all’assaggio è armonico e delicato, con gradevoli note di amaro e piccante. Le caratteristiche organolettiche dell’olio sono fortemente influenzate dalla base varietale, imperniata sulle cultivar ortolana (detta “melella” proprio per le note aromatiche che induce nell’olio), sprina e racipopella, anche se sono presenti anche le femminella (o curatora), ortice, pampagliosa, frantoio, leccino, e moraiolo.

LA VARIETÀ DI PRODUZIONE

LE NOSTRE CULTIVAR

image

RACIOPPELLA

Diffusa specialmente a Guardia Sanframondi è una varietà molto produttiva e costante.

ORTOLANA

Molto diffusa nella zona collinare della Valle Telesina è apprezzata per le eccellenti caratteristiche.

ORTICE

Conosciuta con grande varietà di sinonimi è diffusa quasi esclusivamente nel beneventano.

SPRINA

Conosciuta anche come Aspirina è diffusa nei territori dei comuni sovrastanti la Valle Caudina.
OLIVICOLTURA SANNITA

I BENEFICI
PER IL TERRITORIO

image
image
image
SOCIETÀ COOPERATIVA AGRICOLA

ASSOCIAZIONE OLIVICOLTORI SANNITI

L’Associazione Olivicoltori Sanniti è una cooperativa agricola, con sede legale in Benevento. La cooperativa costituisce una organizzazione di produttori dell’olio di oliva e delle olive da tavola.